Architettura di interni

 

Avete appena comprato casa e non sapete come arredarla al meglio? Avete voglia di ristrutturare e dare una rinfrescata al vostro appartamento, magari ispirati da un servizio fotografico letto su una rivista o da immagini viste sui social? Quello di cui avete bisogno è un professionista nell’architettura di interni.

 

La progettazione degli interni di casa, soprattutto quando si deve rispettare un certo budget, non è certo un’attività congeniale per il fai-da-te: la scelta di un complemento di arredo sbagliato o un errore anche di pochi millimetri nella misurazione di uno spazio possono compromettere mesi di lavoro.

 

Architetto di interni: cosa fa?

 

Gli architetti sono esperti nella risoluzione di problemi strutturali e nella progettazione creativa di edifici: l’architettura di interni si concentra sulla funzionalità di uno spazio interno al servizio dell’uomo, fondendo arte e scienza per creare, restaurare o riadattare l’interno di vari edifici, come case, uffici o altri spazi interni.

 

Gli architetti d’interni sono solitamente coinvolti nella costruzione o nella ricostruzione di ambienti interni, cambiando spesso la struttura reale dell’abitazione per creare uno spazio abitativo sicuro e abitabile. Gli architetti di interni possono anche includere opzioni di design sostenibili nelle loro creazioni, come sviluppi “verdi” con sistemi di riscaldamento e illuminazione alternativi.

Differenza tra architetto di interni e interior designer

 

Sebbene vi siano molte sovrapposizioni tra i ruoli di architetto di interni e un professionista che si occupa di interior design, ci sono anche alcune differenze sostanziali tra le due professioni:

  • gli architetti d’interni si occupano di ristrutturazioni strutturali, progettano l’intera struttura di un interno e sono coinvolti a un livello più tecnico nel processo di progettazione. Lavorano con costruttori, appaltatori e tecnici.

  • i percorsi di studi sono diversi. Gli architetti d’interni sono laureati in architettura e hanno superato l’esame di abilitazione professionale, mentre gli interior designers hanno frequentato l’Accademia di Belle Arti o l’Istituto Europeo di Design, e non sono iscritti a nessun albo.

  • l’interior designer si concentra maggiormente sull’estetica, creando progetti coesi ed esteticamente gradevoli per interni domestici, mentre gli architetti d’interni hanno competenze specifiche per affrontare le problematiche connesse alle strutture architettoniche all’interno dei progetti.